4 gennaio 2018

Di passioni, obiettivi e necessità!




Nel fantastico mondo di Jo sono in atto dei cambiamenti, da quest'anno mi concentrerò molto più sulla realizzazione e divulgazione dei tutorial di cucito e di.......... shhh... novità in vista! 

Ma non preoccupatevi i vostri ordini personalizzati verranno comunque presi in carico, saranno solo in numero inferiore rispetto a prima assicurando così un'edizione limitata per ogni creazione.
Fiere non credo ce ne saranno, ma... mai dire mai, magari qualcuna ci scappa!

Se volete approfondire con me quanto sta accadendo mi racconto di seguito in qualche riga, vi racconto della nascita e degli obiettivi che mi sono data nelle vesti di Jo.




Jo handmade design è nato nel 2013 da un'innata voglia di creatività e... per necessità.

Nella mia vita - ad oggi ho ben 36 anni - ho fatto diversi lavori e curato tanti hobby, sempre in contemporanea agli studi. Dopo la laurea ho lavorato come grafica a Roma, ma ahimè, solo dopo pochi mesi la società ha chiuso lasciandomi letteralmente per strada... Non trovando nessuna occupazione in Italia mi sono trasferita un anno in Spagna.

Al rientro ho deciso di trasformare la mia passione in un lavoro, rischiando il tutto per tutto e mettendo in gioco le mie capacità manuali e di grafica. Nasce così Jo handmade design, il mio grande, immenso contenitore di idee creative...
I primi anni come Jo ho pasticciato e cambiato direzione molte volte prima di individuare la strada giusta, ancora oggi cerco di non perdere la rotta... 

Ma un obiettivo rimane costante dal momento in cui ho pensato di essere Jo nella vita e nel lavoro: portare alla luce quante più idee possibili realizzando di ognuna un tutorial per gli appassionati come me di creatività.




Perché scegliere di vendere le proprie idee piuttosto che realizzarle e proporre l'oggetto finito? 

Realizzare un prodotto a mano richiede tantissime ore di lavoro e concentrazione. Questo ha due conseguenze inevitabili:

1. Realizzare lo stesso prodotto più e più volte, ad esempio le giostrine a forma di mongolfiera, rallenta inevitabilmente la nascita di nuove idee, perché ovviamente non ci si può occupare di più cose contemporaneamente... Ho desiderato e desidero tantissimo un clone, ma non ho ancora trovato il genio della lampada in grado di esaudirmi. 

Non riuscire a mettere in pratica le idee in un tempo relativamente breve dal momento in cui queste si formano nella testa è maledettamente frustrante ve l'assicuro, tanto da non riuscire a godere di un risultato perché se ne ha immediatamente un altro da perseguire.

Avete presente la fila al casello?           
Tutti vogliono raggiungere la loro destinazione, ma sono bloccati da quelli che davanti a loro perdono tempo a fare il biglietto.
Eccole là le idee nella mia testa, tutte in fila a suonare il clacson, a prendersela con i casellanti per la mancanza di personale. Immaginate di rimanere bloccati in autostrada per un anno o più, non salireste anche voi sui cofani delle auto facendo un gran baccano per uscire da quell'ingorgo? Secondo me basterebbero anche poche ore... 
Ecco il punto: concentrandomi sui tutorial potrei rendere il traffico più scorrevole ed appagare il mio bisogno di sviluppare sempre nuove idee creative.

2. Fare l'artigiano è decisamente bello ed entusiasmante, ma se non si è qualcuno davvero conosciuto e che quindi non ha difficoltà a raggiungere il suo target e vendere le sue opere al giusto prezzo (l'artigianato costa, non raccontiamoci frottole), si finisce per lavorare tante, troppe ore che non vengono mai pienamente ripagate.

Se fossi ricca non mi porrei il problema, ma dato che devo guadagnare qualcosa in questa vita per campare devo studiare dei mezzi alternativi... ed è qui che l'idea dei tutorial prende forza.





Perciò preparatevi ad accogliere molte più idee, che potrete realizzare anche da voi seguendo le mie istruzioni!

    


• ○ • ○ • ○ • ○ • ○ • ○ • ○ • ○ • ○ • ○ • ○ • ○ • ○ • ○ • ○ • ○ • ○ • ○ • ○ • ○ • ○ • ○ • ○ •


Trovate i tutorial al momento disponibili su Etsy, DaWanda e All Sewing Patterns!
Per tutto il mese di gennaio su Etsy è attivo uno sconto sui modelli delle giostrine a forma di mongolfiera e su DaWanda su tutti i tutorial presenti nello shop!

Per ordini personalizzati contattatemi! 


Buon inizio d'anno a tutti voi!!  



1 dicembre 2017

Candy Cane per tutti



A grande richiesta ecco la ricetta per realizzare dei Candy Cane dolcissimi e per tutti i gusti, facili e veloci! 

Ideali per dei pensierini di Natale, per adornare i vostri pacchetti o per decorare un intero albero... eh si, perché una volta iniziato non riuscirete più a smettere, parola di chef!

Ma bando alle ciance, cominciamo!



Ingredienti: Una corda morbida e liscia del diametro di 1 cm (possibilmente bianca), comune fil di ferro, stoffa a righe o fantasia, ago e filo.

Circondarsi di validi aiutanti quali forbici, macchina da cucire, scotch, tenaglie, pinze e taglierino.





Per praticità realizziamo due candy cane alla volta, abbiamo dunque bisogno di un pezzo di corda lungo 44 cm (22 cm per bastoncino). Per evitare che la corda sfilacci, prima di tagliarla avvolgiamola con dello scotch. Durante il taglio è bene proteggere il piano di lavoro con una tavoletta di legno.

Una volta tagliato il pezzo di corda necessario, avvolgiamo con il nastro adesivo anche una piccola porzione del centro.

Tagliamo con le tenaglie circa 15 cm di fil di ferro e arrotondiamo una delle estremità con le pinze.
Inseriamo la testa ripiegata del filo fra le maglie della corda in prossimità del suo centro, subito prima del nastro adesivo precedentemente applicato.

Spingiamo delicatamente il filo all'interno della corda e verso la sua estremità aiutandoci con le pinze, fino a farlo scomparire completamente al suo interno. La punta arrotondata del fil di ferro ne facilita lo scorrimento. Con l'altra mano, mentre sorreggiamo la corda, controlliamo che il filo non fuoriesca di lato.

Se la testa del filo dovesse uscire dalla corda prima di aver completato la sua corsa, non cerchiamo di farla rientrare tirandola indietro, ma sfiliamo il filo e ricominciamo da capo.

Inseriamo allo stesso modo il secondo pezzo di fil di ferro nell'altra metà della corda. A questo punto separiamo i due candy cane tagliando la corda nel mezzo.

Se avessimo tagliato subito la corda nella misura di un solo candy cane, quindi a 22 cm, avremmo avuto difficoltà ad inserire il fil di ferro agevolmente. I molteplici fili che compongono la corda, mantenendo la doppia lunghezza, restano in tensione e non si muovono al passaggio del filo.



Misuriamo la circonferenza della corda per stabilire la larghezza del rettangolo di stoffa necessario per realizzare il nostro candy cane. Se, come nel mio caso, la corda ha una circonferenza di circa 3,3 cm basterà tagliare un rettangolo largo 4 cm (la circonferenza della corda più 3 mm di margine per parte e 1 mm di gioco) e lungo 23 cm (22 cm è la misura del candy cane finito, 1 cm è destinato ai margini di cucitura).

Disegniamo il rettangolo in sbieco sul retro della stoffa e tagliamo lungo il tracciato.

Pieghiamo uno dei lati corti del rettangolo per 0,5 cm verso il rovescio della stoffa.

Pieghiamo a metà il rettangolo nel senso della lunghezza, dritto contro dritto, e puntiamo assieme i margini con degli spilli. Disegniamo una linea curva all'estremità della stoffa non piegata. Cuciamo a macchina prima seguendo il tracciato e poi alla distanza di 3 mm dal margine, includendo il bordino ripiegato. All'inizio e alla fine della cucitura fare un paio di punti avanti e indietro per bloccare il filo.

Con le forbici rifiliamo i margini attorno all'estremità curva.


Giriamo la stoffa a dritto con l'aiuto di un bastoncino o un ferro da maglia. Inseriamo la corda nel tubo di stoffa, mandando avanti la parte in cui è presente il fil di ferro.

Pieghiamo la corda con le dita seguendo la forma classica dei bastoncini di zucchero e cuciamo a mano l'apertura alla base dei candy cane. Possiamo chiuderli come preferiamo, io in questo caso ho piegato i margini a bustina fermandoli assieme con pochissimi punti di cucitura.

Più difficile a dirsi che a farsi... Sono proprio curiosa di scoprire quanti alberi di Natale quest'anno saranno adornati di candy cane in stoffa fatti con le vostre manine!


Buon divertimento e... buone feste!


Jo

23 giugno 2017

L'intervista su A little Market

Dove racconto di me e dell'avventura che sto vivendo con il mio primo libro di cucito My Handmade World (in pre-ordine QUI)! Grazie a Mafalda di A little Market per l'opportunità!

VAI ALL'INTERVISTA!